Ai sintomi fisici deve essere aggiunto il modo in cui l’anima e lo spirito vengono coinvolti nel processo di malattia. L’origine delle malattia è nell’alterato equilibrio fra il fisico, il corpo eterico, il corpo astrale e l’Io.

La terapia antroposofica stimola l’innata forza di rinnovamento e autoguarigione propria del corpo eterico, curando la patologia e sostenendone lo sviluppo spirituale, utilizzando sostanze tratte da minerali, piante o animali o altre forme terapeutiche : euritmia, terapia artistica, massoterapia, balneoterapia, pedagogia curativa, secondo criteri legati alla tripartizione funzionale dell’organismo (sistema neurosensoriale, sistema del ricambio, sistema ritmico).

Può essere utilizzata in ogni tipo di patologia. Fondata all’inizio del secolo da Rudolf Steiner, filosofo, pensatore e scienziato austriaco. Dal 1920 ne organizzò i principi con la dottoressa olandese Ita Wegman che poi fondò in Svizzera la prima clinica antroposofica. In Germania e Olanda esistono ospedali dove si pratica tale terapia.